COSA SIGNIFICA EFFICIENZA ENERGETICA? ECCO COSA DEVI SAPERE

Casa green

Negli ultimi tempi si fa un gran parlare di efficienza energetica. Ma di cosa si tratta esattamente? Proviamo a fare un po’ di chiarezza nei passaggi successivi.  Per efficienza energetica si intende la capacità di utilizzare meno energia pur ricevendo la stessa qualità di servizio; un concetto che abbraccia diversi settori tra cui quello delle costruzioni edilizie, dei processi produttivi e dell’agricoltura. 

Un tema più che mai attuale dato che negli ultimi tempi la richiesta di energia elettrica sta crescendo in modo sproporzionato. In poche parole, il forte aumento della domanda di energia elettrica – a livello mondiale – non solo ne fa aumentare il costo, ma comporta allo stesso tempo un notevole impatto ambientale.  

In questo nuovo articolo parleremo in modo particolare della riqualificazione energetica degli edifici dal momento che gli sprechi energetici più significativi si verificano proprio nel settore edilizio.

La progettazione in questo senso è determinante se si vuole costruire una casa green a impatto zero. Un esempio potrebbe essere progettare case con grandi finestre (ove possibile), in modo tale da sfruttare il più possibile la luce naturale.
A tal proposito ricordiamo che puoi progettare la tua casa senza pensieri con CLM: un team di esperti nel settore dell’edilizia ecosostenibile sarà pronto a sostenerti nella realizzazione di una casa ad alta efficienza energetica o nel restyling di un edificio già esistente.

Efficienza energetica

Quali sono le classi di efficienza energetica

Per comprendere meglio il concetto di efficienza energetica è importante apprendere le suddivisioni dei valori di efficienza: nello specifico viene utilizzata una scala di lettere, a partire dalla A che indica un basso impatto energetico, fino alla G che implica un elevato consumo energetico.

Classi energetiche

Formula per calcolare la classificazione energetica di un edificio

Calcolare la classe energetica di un edificio non è una cosa che possiamo fare in autonomia. Occorrono determinate conoscenze, abilità e strumentazioni per svolgere la misurazione in maniera attenta e precisa. In poche parole il calcolo della prestazione energetica di un edificio deve essere effettuato da un tecnico abilitato: architetto, ingegnere o geometra.

L’unità di misura di riferimento è il kWh/m2 anno: sintetizzando il tutto potremmo dire che occorre stabilire quanta energia viene impiegata dall’edificio in un anno per riscaldare, raffreddare e produrre acqua calda.

Come risalire alle prestazioni energetiche di un immobile

Il documento che attesta le prestazioni energetiche di un edificio viene chiamato APE (Attestato di Prestazione Energetica). Il cittadino che vuole conoscere le caratteristiche energetiche della propria abitazione può fare riferimento a un software di calcolo chiamato Cened.Tuttavia, non tutti gli immobili sono in possesso di questo attestato. A questo punto ti starai chiedendo come richiedere la certificazione APE. Per farlo occorre rivolgersi a un soggetto certificatore accreditato iscritto nell’elenco regionale SACE. In genere, il costo dell’Attestato di Prestazione Energetica è di 150 – 200 €.

Perché è importante ottimizzare l’efficienza energetica di un edificio

Quando una casa è efficiente stiamo contribuendo al benessere dell’ambiente; al contrario, un edificio ad elevato consumo energetico è una fonte CO2 atmosferica molto pericolosa, nonché uno dei principali fattori del riscaldamento globale.

There is no planet B

Migliorare la classe energetica di una casa è importante anche per ridurre consumi e costi in bolletta. Vale la pena evidenziare come una casa con classificazione A consumi circa il 90% in meno rispetto a una casa con classificazione G.

Investire in efficientamento energetico è una delle soluzioni più indicate per aumentare il valore di un immobile e ricavarne il più possibile in fase di vendita.

Gli effetti della riqualificazione energetica riguardano inoltre anche la riduzione dei costi di produzione delle aziende, il che si traduce in un importante incremento di fatturato.

Come migliorare l’efficienza energetica di una casa

Nei paragrafi successivi vogliamo condividere con voi alcuni suggerimenti che possono essere utilizzati per migliorare l’efficienza energetica di un edificio.

Ristrutturare l’immobile

La maggior parte degli edifici del nostro Paese sono stati costruiti prima degli anni 80, quando l’efficienza energetica non era ancora un argomento di interesse. Pertanto, una ristrutturazione energetica, con particolare attenzione all’isolamento termico, è sicuramente una delle migliori soluzioni esistenti per far salire di classe energetica un edificio.

Secondo quanto previsto dai regolamenti in materia di progettazione ecocompatibile, tra gli interventi di efficientamento energetico rientrano:

  • Installazione di nuovi infissi
  • Coibentazione del tetto
  • Uso di fonti energetiche rinnovabili
  • Isolamento delle superfici opache, come muri e soffitti, interne ed esterne (cappotto)
  • Installazione di una caldaia a condensazione

Il prezzo dei diversi lavori di riqualificazione energetica varia a seconda della superficie degli ambienti, del tipo di materiale che scegliamo e di molti altri parametri. Se vuoi approfondire leggi il nostro articolo su quali sono i costi per ristrutturare un appartamento.

Pannelli solari

Ridurre gli sprechi di energia

C’è un legame diretto tra la riduzione degli sprechi di energia e l’ottimizzazione delle prestazioni energetiche. Per ridimensionare i consumi possiamo partire da semplici azioni che hanno come obiettivo l’uso razionale dell’energia. Ecco qualche esempio:

·   Tenere le tende aperte per fare entrare la luce naturale

·   Fare docce più brevi riducendo il flusso di acqua

·   Sfiatare i termosifoni per eliminare l’eventuale presenza di bolle d’aria

·   Scollegare gli elettrodomestici inutilizzati dalle prese di corrente

·   Installare un termostato che regola la temperatura e aiuta a ridurre i consumi

·   Usare la lavatrice a pieno carico e preferire i programmi ECO

Efficienza energetica

Acquistare elettrodomestici ad alta efficienza energetica

Gli elettrodomestici hanno un grande impatto in bolletta, anche se non tutti allo stesso modo. Il condizionatore è l’elettrodomestico che consuma maggiormente; seguono il frigorifero, la lavatrice, il microonde, la lavastoviglie e il forno elettrico. Per ottenere un minor impatto sull’ambiente e risparmiare in bolletta è consigliabile leggere attentamente l’etichetta energetica degli elettrodomestici e optare per i modelli più ecologici.

Puntare sulle classi energetiche A+, A++ e A+++ implica sicuramente l’impiego dei propri risparmi, ma a lungo termine consente di ottenere rendimenti più elevati.  

Indoor e outdoor

Anche attraverso la scelta di determinati elementi di interior design possiamo contribuire all’efficientamento energetico di una casa. Ad esempio, l’uso di lampadine a risparmio energetico rispetto alle vecchie lampade a incandescenza (tra l’altro con una vita utile molto breve) è tra le raccomandazioni più in voga se vogliamo evitare brutte sorprese in bolletta. Tra i brand più rinomati che trattano articoli per l’illuminazione ricordiamo Antea Luce, con tante soluzioni che coniugano l’estetica con il risparmio energetico.  

D’altra parte anche l’arredamento outdoor gioca un ruolo fondamentale in tema di uso razionale dell’efficienza energetica. In particolare pergole, pergolati e tende da sole sono molto importanti per mantenere stabile la temperatura all’interno dell’edificio.

Usare l’aria condizionata in maniera responsabile

Per migliorare la classe energetica della nostra casa dobbiamo utilizzare l’aria condizionata in modo responsabile. Di norma è consigliabile mantenere una temperatura di 21ºC in inverno e di 24ºC in estate.

Scommettere sui sistemi domotici della casa

La domotica, sempre più diffusa, è sinonimo di efficienza energetica. Avere una casa smart significa utilizzare dispositivi che ci permettono di avere un maggiore controllo dei nostri consumi energetici. Poter controllare da remoto l’illuminazione o le tapparelle, programmare l’avvio degli elettrodomestici, regolare la temperatura, sono solo alcune delle possibilità che la domotica ci riserva.

Casa domotica

Considerazioni finali 

Riassumendo, efficienza energetica vuol dire utilizzare meno energia per svolgere lo stesso compito, evitando così gli sprechi di energia che danneggiano il clima e il comfort abitativo delle nostre case.

Possiamo affermare che la nostra casa sarà più efficiente quando avrà la capacità di fornirci tutti i servizi di cui abbiamo bisogno con la minor quantità di risorse possibile.

La riqualificazione energetica porta una serie di vantaggi, tra cui: calo di emissioni di gas serra, riduzione dei consumi, bollette meno salate e aumento del benessere abitativo.  

In ambito edilizio esistono enormi opportunità per migliorare l’efficienza energetica degli edifici, a partire da piccoli gesti come la scelta delle lampadine a LED, fino ad arrivare a sforzi più grandi come la ristrutturazione di una casa con l’obiettivo di renderla ad alta efficienza energetica.

Se sei interessato a migliorare le prestazioni energetiche del tuo appartamento o vuoi costruire una nuova casa che sia a basso impatto ecologico, non ti resta che rivolgerti al team di CLM Design: ti seguiremo in ogni fase, dalla progettazione fino alla realizzazione di soluzioni edili per un futuro migliore.
Offriamo inoltre consulenza sulle detrazioni fiscali.
Cosa aspetti a contattarci?

Condividi:

Scegli quando vuoi essere richiamato da un nostro consulente