LA CASA COME ABITO DELL’ANIMA

La psicologia dell’abitare è una disciplina psicologica che incentra i suoi studi sul concetto di “Io” che passa attraverso la definizione dell’ambiente e la scelta degli arredi: la casa come abito dell’anima.

LA CASA NELLA PSICOLOGIA DELL'ABITARE

La casa viene percepita come un luogo sicuro, dove l’uomo può rifugiarsi in caso di pericolo.
Ecco perché, se costruita in armonia con il nostro corpo, diventa un ambiente terapeutico.

Questa modalità di pensiero è stata abbracciata dalla cultura orientale, come ad esempio nel caso del Feng-shui.

Si tratta di un’antica arte che si concentra sull’impatto che i colori e arredi hanno sulla psiche umana, assumendo un approccio più ampio e integrato del costruire e dell’abitare.

Per cui, a una maggiore attenzione dedicata allo studio degli ambienti della nostra casa, corrisponde un benessere psicofisico, visto che si tratta dell’ambiente in cui trascorriamo buona parte della nostra vita.

L’aspetto sociale dell’abitare

Dal punto di vista storico l’abitazione è uno degli elementi fondanti la civiltà e società umana.

Oggi la casa è intesa come ambiente “umano”, e l’attenzione è posta sugli aspetti psicologici e sociali dell’abitare. Oggi, con i progressi in campo tecnologico, l’informatica e la tecnologia fanno sempre più parte della nostra vita; si parla di Smart City, di città intelligenti in cui vi è molta attenzione agli aspetti energetici ed ecologici.

L’abitare è un’esperienza individuale ma anche collettiva e culturale.

Lo spazio abitato ha una connotazione culturale e porta con sé significati che fanno parte della storia dell’umanità. La possibilità di modificare l’ambiente che ci circonda, adattandolo alle nostre esigenze, è una caratteristica della nostra specie. L’uomo utilizza le proprie abilità manuali e intellettive per forgiare gli elementi naturali al fine di soddisfare i propri bisogni e così genera tecnologia e cultura.

Psicologia dell’abitare: casa come ambiente di protezione

La casa è un luogo dai significati psicologici molto importanti. 

È il guscio che ci protegge e ci conforta, nel quale possiamo sentirci sicuri e trovare riposo dal tran tran quotidiano. Le pareti della casa separano l’interno dall’esterno e hanno uno scopo protettivo.

Nella nostra casa proviamo un senso di sicurezza e di protezione perché il nemico invisibile è fuori. Le pareti non hanno solo lo scopo di proteggerci ma danno anche forma alla casa. 

Abitare vuol dire fare esperienza della propria casa e la casa entra a far parte dell’identità della persona. Ogni ambiente della casa assume un suo significato specifico. La cucina è il fulcro dell’abitazione, predisposto alla preparazione del cibo. Il bagno è il luogo legato al benessere. La camera è predisposta per il riposo e l’intimità. 

La visione di CLM della psicologia dell’abitare

Queste riflessioni ci conducono a uno degli aspetti più importanti del nostro lavoro. L’importanza di restituire ai nostri clienti un luogo che possano chiamare casa, fatto a loro immagine e somiglianza. 

La dedizione al dettaglio ci porta a progettare case come se fossero le nostre, per offrire al cliente un servizio chiavi in mano il più completo possibile.  

Tags :
casa,progettazione,psicologia dell'abitare

Condividi: