Organizzare gli spazi in casa: Consigli per massimizzare la funzionalità degli ambienti

Consigli per organizzare gli spazi in casa

Organizzare gli spazi della casa in modo intelligente è come giocare a tetris: ogni pezzo deve trovare il suo posto perfetto in cui incastrarsi per creare armonia e linearità. Anche se non è un compito semplice, con un pizzico di creatività e strategie intelligenti è possibile massimizzare la funzionalità degli ambienti senza dover ricorrere a costose ristrutturazioni. 

Ecco alcuni consigli per ottimizzare l’utilizzo degli spazi nella tua casa.

Per organizzare la casa analizza le tue esigenze quotidiane e formula un piano

Se hai appena acquistato una casa o stai pensando di ristrutturare la tua abitazione, è fondamentale comprendere le tue necessità e quelle della tua famiglia. Questo passo iniziale ti consentirà di creare un piano d’azione mirato, finalizzato a ottimizzare la disposizione degli spazi in modo funzionale.

Inizialmente, infatti, è di cruciale importanza affrontare la questione della distribuzione degli spazi per massimizzarne l’uso. Per farlo bisogna considerare fattori come la luce naturale, la percezione visiva e le dimensioni complessive della casa. 

In questo caso l’architettura d’interni svolge un ruolo essenziale per aiutarti a sfruttare gli spazi nel modo giusto, ottimizzando i costi. Infatti, disporre le stanze in maniera strategica può ridurre il consumo di energia elettrica, riscaldamento e condizionamento. 

Per esempio, posizionando le camere da letto a nord, ne riduci l’esposizione solare, limitando la necessità di doverle rinfrescare nelle serate estive. Viceversa, collocando il soggiorno e la cucina a sud puoi sfruttare al massimo la luce naturale, minimizzando l’uso di lampade durante il giorno.

Considerando che le abitazioni moderne tendono ad essere più compatte rispetto al passato, potrebbe essere vantaggioso eliminare partizioni interne per creare ambienti open space. Questo implica dire addio a pareti divisorie superflue, porte in eccesso e mobilio spesso inutile per lasciare spazio alla convivialità e all’ampiezza.

Naturalmente, come anticipato, è importante anche soddisfare le esigenze specifiche dei residenti. Per gli amanti dei libri, si potrebbe trasformare uno spazio angusto in un accogliente angolo lettura, completo di un’ampia e comoda poltrona (abbiamo stuzzicato la tua curiosità? Allora dai un’occhiata al catalogo di Désirée Divani), scaffali per i libri e un’illuminazione adeguata con una lampada da terra. Se, invece, sei un appassionato cuoco, potresti installare mensole aperte o ganci per appendere utensili da cucina (soluzione utile soprattutto se si tratta di un ambiente piccolo), liberando spazio nei cassetti e nelle credenze.

Una volta ideato un piano d’azione, sarai pronto per iniziare ad organizzare gli spazi della casa in modo ottimale, massimizzando l’utilizzo di ciascuna stanza. Ecco alcuni consigli utili.

1. Decluttering: svuota e semplifica

La prima regola dell’organizzazione è eliminare ciò che risulta superfluo o non più utile, liberandoti dagli oggetti privi di scopo. Questo passo è cruciale sia se risiedi in una casa piccola, sia se hai a disposizione ampi spazi come un attico. Disfarti degli oggetti inutilizzati contribuirà significativamente a ottimizzare la disposizione dei vari ambienti, dando anche una sensazione di ordine, e a individuare ciò che realmente ha valore sia nel contesto domestico che nella tua vita.

Analizza tutto ciò che hai accumulato in cucina, negli armadi, in soffitta e persino sulle librerie. Scarta ciò che non ha più utilità o non può essere recuperato e porta gli oggetti rimanenti in un mercatino dell’usato oppure donali a chi ne ha bisogno, contribuendo così a un gesto di solidarietà.

2. Pochi mobili intelligenti per spazi limitati

Organizza gli spazi della casa con pochi mobili utili rimanendo fedele alla filosofia del “meno è meglio” (concetto che guida anche lo stile scandinavo): una casa sovraccarica di tavolini o mensole occupati da oggetti raccolti senza uno scopo preciso, o una parete coperta da quadri appesi senza una disposizione armoniosa, può generare una sensazione di disordine e caos.

Anche una parete vuota, a volte, può diventare oggetto d’arredo snello e poco caotico utilizzando stencil o pitture decorative… in un articolo precedente abbiamo già parlato di decorazione delle pareti fai da te ma se vuoi provare puoi dare un’occhiata al catalogo del nostro partner Wall&Decò!

Il minimalismo diventa ancora più rilevante quando ci si trova in uno spazio abitativo molto piccolo. In tal caso, la scelta di mobili modulari e multifunzione è particolarmente vantaggiosa, perché tali elementi possono essere adattati con facilità alle dimensioni e alle necessità specifiche della casa. Per esempio, un letto contenitore (ti consigliamo di dare un’occhiata alle proposte di Nidi se stai cercando soluzioni per una cameretta) può ottimizzare lo spazio in una camera da letto, mentre un’isola in cucina o persino una scrivania richiudibile possono svolgere il ruolo di pratiche superfici di appoggio (o fungere da contenitori) quando non sono in uso per la loro funzione principale.

Se stai cercando qualche pezzo di interior design che ti aiuti a mantenere uno stile funzionale e organizzato dai un’occhiata ai cataloghi dei nostri rinomati partner come Cattelan e Pianca per la zona giorno e la zona notte o Cerasa per l’arredo del bagno.

3. Sfrutta l’altezza delle pareti

Le pareti, spesso trascurate, offrono molte occasioni per organizzare e ottimizzare gli spazi della casa. Sfrutta elementi come mensole, librerie strette e lunghe, ripiani sospesi e appendiabiti per massimizzare l’uso dello spazio verticale e liberare superficie sul pavimento. Puoi iniziare dalla cucina, dove è possibile appendere teglie e pentole su ganci fissati al soffitto, mentre in bagno puoi installare mensole sopra il water per tenere a portata di mano prodotti per l’igiene personale.

Sfrutta quindi gli spazi in alto per riporre oggetti che impieghi meno frequentemente, magari all’interno di scatole e organizer facili da spostare quando necessario. Inoltre, considera la possibilità di utilizzare questi ripiani elevati anche per scopi decorativi, con l’aggiunta di piante o soprammobili che diano più calore alla stanza.

4. Minimizza l’ingombro visivo e organizza “ciò che non vedi”

Riorganizza la disposizione dei tuoi spazi interni per ottenere un ambiente più ordinato e funzionale. Ciò significa eliminare o ridurre il disordine visivo, che può far sembrare gli spazi più piccoli di quanto siano, e nascondere ciò che non riesci a tenere in ordine in contenitori dalle forme lineari. Per esempio, una mensola piena di oggetti può risultare caotica, mentre se supporta uno o due oggetti scelti con cura (può trattarsi anche di una graziosa scatola in legno contenente strumenti da cucito!), può diventare un elegante elemento d’arredo. 

Oltre ad ottimizzare lo spazio verticale, come detto al punto precedente, non utilizzare troppi tappeti e usa contenitori e divisori all’interno degli armadi e nelle credenze per tenere tutto in ordine e facilmente accessibile.

Infatti, persino un armadio senza ante può risultare ordinato se si inseriscono soltanto pochi vestiti (solo quelli che si utilizzano effettivamente durante quel periodo dell’anno e possibilmente posizionati in ordine cromatico) e utilizzando organizer come scatole e cestini in vimini per nascondere ciò che non si riesce a tenere “in ordine”.

Organizzare gli spazi in casa: minimizza l'ingombro visivo

Puoi anche provare a inserire una scarpiera all’ingresso, recuperando così uno spazio spesso inutilizzato, per conservare scarpe e borse senza creare troppo disordine (abbiamo già affrontato nel dettaglio il tema dell’arredamento dell’ingresso in passato). 

Utilizza colori chiari per le pareti, considera l’opzione di mobili sospesi, per evitare ingombri a terra, e armadi a muro o a ponte (puoi dare un’occhiata alle proposte di Cinquanta3) per dare un senso di ampiezza alle stanze. L’obiettivo è trasformare gli spazi in ambienti ariosi e ben organizzati, garantendo un piacevole aspetto estetico e una funzionalità ottimale.

E tu, cosa vorresti fare?

Dalla ristrutturazione all'interior design a Milano e provincia.

5. Luce naturale e sprechi per uno spazio più ampio

La luce naturale può avere un impatto sorprendente quando si vuole creare una sensazione di ampiezza in uno spazio. Evita l’uso di tende pesanti e colori scuri che possano appesantire l’atmosfera e oscurare le finestre. In alternativa, opta per tessuti traslucidi o tende a pannello in grado di lasciar entrare la luce, quest’ultima amplificata grazie all’utilizzo di specchi che aiutino a rifletterla in ogni angolo della stanza. 

Non dovrebbero mancare anche punti luce ben ponderati. Per esempio, l’installazione di faretti LED può assicurare un’illuminazione del corridoio uniforme in ogni angolo. Lampade da terra, posizionate vicino al divano o alle poltrone, possono contribuire a creare un’atmosfera intima e accogliente.

Nel nostro impegno per offrire una vasta gamma di lampade di design di alta qualità, collaboriamo con rinomati marchi del settore come Artemide, Slamp, Cini&Nils e Oty Light

Inoltre, prediligi colori chiari, come il bianco, il beige o il grigio chiaro, per mobilio e pareti in modo da riflettere meglio la luce. 

6. Sfrutta gli spazi nascosti

Quando si tratta di organizzare la casa, spesso trascuriamo le potenzialità degli spazi nascosti. Gli angoli inutilizzati sotto le scale, le nicchie e persino i piccoli ripostigli possono diventare preziosi alleati nell’organizzazione domestica. Sfruttare questi spazi nascosti richiede creatività e pianificazione, ma i risultati ne varranno sicuramente la pena. 


Per esempio, se una stanza ha pareti molto alte, si potrebbe montare un soppalco per creare una zona relax e trasformare lo spazio sotto le scale in una piccola zona studio o creare degli armadi a muro che possano aiutare a nascondere cappotti o altri oggetti di uso quotidiano che andrebbero ad affollare l’ingresso. 

Organizzare gli spazi in casa: sfrutta gli spazi nascosti

7. Mantieni l’armonia

Tieni sempre presente che ogni scelta deve rispecchiare uno stile equilibrato, per cui è importante selezionare con cura ogni dettaglio dell’arredamento, dai pavimenti ai colori delle pareti. Mantieni l’attenzione sull’armonia di forme e colori tra le diverse stanze, soprattutto quando si tratta di spazi condivisi. 

Per esempio puoi utilizzare il parquet di Woodco per tutta la casa, tranne per il bagno e la cucina (maggiormente soggette ad umidità) dove puoi utilizzare il gres porcellanato e le ceramiche di Ceramiche Keope e di Bardelli.

In assenza di armonia, la casa potrebbe risultare più disordinata e meno organizzata.

Considerazioni finali

In conclusione, organizzare gli spazi domestici per ottimizzare la loro funzionalità richiede una pianificazione astuta e piccoli accorgimenti pratici.

Se stai pensando di riorganizzare gli spazi della tua casa o di arredarla in modo pragmatico, il supporto di uno studio di architettura e progettazione potrebbe rivelarsi fondamentale. Questo ti consentirebbe di migliorare la fruibilità degli spazi senza dover affrontare spese considerevoli per ristrutturazioni invasive.
Contattaci! Saremo felici di collaborare con te per creare un ambiente unico e distintivo che rifletta appieno la tua personalità e le tue preferenze! Noi di CLM Design siamo i tuoi general contractor, professionisti in campo di progettazione indoor e outdoor e interior design e ci avvaliamo di collaborazioni con partner rinomati per aiutare i nostri clienti a creare degli spazi funzionali, con stile e qualità.

Condividi:

Scegli quando vuoi essere richiamato da un nostro consulente